BMW i3, l'auto elettrica da 170 CV sta arrivando. Foto

Con la i3 nasce una nuova gamma di modelli BMW: compatta, leggera e veloce ma anche risparmiosa, ecologica, e completamente elettrica, per gli automobilisti "premium" del futuro

Pubblicato il

BMW sfida il futuro con una nuova gamma di automobili che prende il nome di BMWi e che punta tutto sulle tecnologie innovative e sostenibili, in un contesto di auto di categoria elevata. La prima auto della serie, un progetto partito dall'ormai lontano 2007, si chiama i3 ed ha alcune caratteristiche che la rendono unica rispetto ad altre vetture simili. Innanzi tutto lo stile: è un'auto compatta, ma nella quale la struttura portante, robusta e leggera, è in parte visibile all'esterno, con pannelli in altra tinta che chiudono la carrozzeria, e una superficie vetrata avvolgente e moderna.

La tecnologia è però l'aspetto più accattivante della i3: si tratta di una vettura a motore elettrico capace di erogare potenze notevoli, circa 170 CV, e accelerare da 0 a 100 km/h in 7,2 secondi come una sportiva, però non ha emissioni allo scarico, e prima di una nuova ricarica delle batterie agli ioni di litio può percorrere fino a 200 km nella modalità più economica, ECO PRO+. Avete bisogno di fare più strada tra un "pieno" di energia e l'altro?

E' prevista una seconda versione che aggiunge al motore elettrico un piccolo 2 cilindri benzina da 650 cc da 34 CV, che serve solo per dare carica aggiuntiva, e quindi può essere ottimizzato per consumare e inquinare pochissimo: in questo caso, i chilometri percorribili diventano 300, e lo spazio per il bagagliaio non è compromesso perché il motore è disposto subito sopra l'asse posteriore, vicino al motore elettrico, e il serbatoio da 9 litri di benzina è davanti.

Altre caratteristiche sono i cerchi in alluminio fucinato da 19”, che montano gomme grandi e sottili, come su alcune utilitarie di una volta: questo permette di avere minore resistenza, e diminuire i consumi. L'abitacolo, poi, impiega materiale sintetico rinforzato con fibra di carbonio (CFRP), con la struttura portante della plancia in magnesio, leggero e resistente; l’illuminazione è a diodi luminosi a basso consumo, mentre il riscaldamento interno opzionale sfrutta il principio della pompa di calore, e consuma meno.

Anche tutti i servizi elettronici, come il BMW ConnectedDrive, permettono di gestire al meglio consumi e percorsi della vettura, anche pianificando e controllando i dati mediante uno smartphone, e visualizzando una "ragnatela" di percorsi nel navigatore, per raggiungere la destinazione con le riserve di energia disponibili.

(a cura di OmniAuto.it)